"Al massimo ribasso" | Articolo su nelpaese.it
122
post-template-default,single,single-post,postid-122,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.2,wpb-js-composer js-comp-ver-6.4.1,vc_responsive
 

Articolo su nelpaese.it

Articolo su nelpaese.it

Leggi l’articolo on line su nelpaese.it

nelpaese.it | Parte il crowdfunding per il film-scommessa (365.5 KiB)

In questa stagione di forti scossoni e di passioni che si riaccendono, il mondo della cooperazione non vuole restare a guardare e si riscopre protagonista dell’idea di Paese che vorremmo costruire insieme e che alcuni stanno riprogettando. La cooperativa di inserimento lavorativo Arcobaleno di Torino, insieme ad altre cooperative sparse qua e là per l’Italia che si sono associate al progetto, rilanciano un’azione di denuncia scommettendo su una delle forme di comunicazione più efficaci, la produzione di un film.

Un film che vuole tenere gli spettatori inchiodati alle poltrone ma allo stesso tempo denunciare pratiche che da tempo si annunciano desuete ed inefficaci ma che ancora colpiscono molti lavoratori. Il tema è riassunto nel titolo del film, “Al massimo ribasso”. Arcobaleno ha presentato con ampia partecipazione e pieno successo il progetto il 15 di giugno nei locali della libreria del Centro commensale del Gruppo Abele, lanciando una campagna di crowdfunding per un sostegno diffuso.

Dichiara Tito Ammirati, presidente di Arcobaleno: “La produzione di un film è uno sforzo esagerato per una realtà come la nostra, ma noi siamo abituati alle sfide impossibili, molti cooperatori lo sanno e così, dopo il successo di “40% Le Mani Libere del Destino” abbiamo deciso di provarci ancora. Ci conforta il disinteressato aiuto di Luciana Littizzetto ed altri che generosamente ci accompagneranno in questa avventura”.

Il regista sarà ancora una volta Riccardo Iacopino, ma la vera sfida è affidata alla raccolta fondi lanciata sulla piattaforma www.produzionidalbasso.com. Il progetto è validato da Banca Etica e la presentazione è sul sito www.massimoribasso.it. Si può contribuire anche con contributi modesti e per ogni azione di sostegno è prevista una ricompensa. Anche un thumb up, un “mi piace” sul sito FB di “Al massimo ribasso” potrà farci sentire un po’ vicini.